@2013-2020

Cerca
  • lady scarlet

Castration Play

Il tribunale delle Domine mi condanna al taglio delle palle, tuttavia, visto il bel set di testicoli mi si offre una alternativa. O un taglio netto ed indolore, oppure una via d'uscita... sottoporre i miei genitali alle 5 torture di Lady scarlet. un percorso di 5 castration play estremamente dolorosi, che in caso fossero superati, mi avrebbero permesso di conservare i testicoli, 5 torture dolorose, che ai pochi temerari che hanno scelto quella via, hanno solo portato tanta sofferenza per arrivare comunque a perdere il loro prezioso sacchetto, facendoli poi diventare orecchini per lady scarlet. Sebbene sapessi che nessuno mai ce l'avesse fatta, scelsi di provarci. mi fu consegnata una "safe word"... "CASTRAMI". avrei potuto terminare tutto chiedendo di castrarmi, cosa che sarebbe avvenuta non più con un taglio netto, ma inchiodando le palle al muro. cosa terrorizzante al pensiero. tuttavia vedevo questo percorso come unico modo per avere le mie palle. mi infilarono nel culo "il fiore", un plug di metallo che una volta inserito, si apriva, diventando un aggancio a cui era legata la catena per non farmi scappare. PRIMA TORTURA: entrò Lady Scarlet, con una valigetta. lei era dolcissima e bellissima, in un completino con il seno che leggermente le usciva. non riuscii a trattenere l'erezione sebbene fossi lì per essere torturato. aprì la valigetta e vidi subito cosa mi sarebbe aspettato dopo pochi minuti. di fronte a me c'era un OXBALL sack elettrizzato, un uretral Big Gym, ed un kit electro. Lady scarlet mi accarezzò, e mi spiegò che mi avrebbe messo la sacca sui testicoli, e spinto i due eletrtodi a pistone fino a comprimerli nella carne dei testicoli, mentre poi mi avrebbe inserito il Big Gym nell'uretra, fino ad arrivare alla corona che avrebbe avvolto la mia cappella, poi avrebbe attaccato i cavi all'electro, e mi avrebbe arrostito i genitali, per 2 ore. non dovevoperdere i sensi e nemmeno perdere la sensibilità. si sarebbe accertata che il dolore sarebbe stato sempre massimo... mi mise delle polsiere e mi legò le braccia a delle catene che pendevano dall'alto. poi prese la catena legata al fiore nel mio culo e la tirò in basso per bloccarmi, legandola ad un anello presente sul pavimento. ero in mezzo alla stanza immobilizzato e vulnerabile su ogni lato. ma l'attenzione a breve si sarebbe focalizzata sulle mie palle e sul mio cazzo ancora duro. si abbassò e si mise all'altezza dei genitali, li scrutò. mi prese i testicoli con una mano ed iniziò a snocciolarli… li divise dolcemente e iniziò a stringerli leggermente per sentirne la consistenza. erano gonfi di sperma, e l'erezione mostrava un po' di trasparente umidità gelatinosa sulla punta. strinse le palle in modo più forte e sentii le dita conficcarsi nella carne dei testicoli. emisi un urlo!!! Lady scarlet sorrise e disse che era felice che le ghiandole fossero belle sensibili, così avrei sentito bene la corrente entrare nelle palle nei diversi modi che aveva pianificato. prese la sacca e in pochi secondi vi infilò dentro il mio scroto e la assicurò bene facendomi sentire i freddi elettrodi che entravano nelle palle. finito con i testicoli prese il big gym, accarezzò il cazzo ritto e umido e poi ci infilò dentro la sonda uretrale, intrappolando poi la cappella gonfia nel ring finale. si fermò a guardare l'esecuzione soddisfatta e mi chiese di fare altrettanto. guardai e mi sentii eccitato, sebbene a breve avrei sentito solo dolore per ore. prese la macchina elettrizzante, e iniziò ad attaccare i cavi. in pochi secondi ero pronto per sentire i genitali tremare tra le scariche di corrente di lady Scarlet.

184 visualizzazioni